Binance Ha Ottenuto La Quota Maggiore Di Futures Sul BTC

Dopo l’incredibile crollo del servizio di trading FX, Binance ha conquistato un’enorme fetta del mercato delle criptovalute. In poche settimane la quota di mercato del trader è aumentata del 10%.

Attualmente, i derivati sono in aumento e senza il principale rivale, Binance sta crescendo rapidamente. 

Con il recente crollo di FTX, il trader si è trasformato da una delle migliori piattaforme di scambio di criptovalute in un nulla di fatto. Le voci sulla sua salute finanziaria hanno distrutto la sua reputazione e l’hanno portata alla bancarotta completa. 

La crescita rapida di Binance

FTX occupava circa il 10% delle quote di mercato della cripto-sfera. Non tutto questo è andato a Binance. Questa società ha davvero beneficiato della sua distruzione. Dall’autunno, Binance aveva in programma di acquistare il suo principale rivale.

Ma all’ultimo minuto l’acquisto è stato abbandonato. Nel corso dell’anno precedente i livelli dei prezzi di borsa e di mercato sono aumentati del 63%, ovvero sette punti in più rispetto al 2021.

Per fare un confronto, le altre piattaforme non sono aumentate più di tre punti rispetto ai risultati dello scorso anno. 

Per quanto riguarda i derivati, di solito vengono eseguiti in stablecoin. E poiché il token nativo FTX è ormai inesistente, il suo principale rivale BUSD è ora al vertice del settore. Questo è il motivo della vittoria di Binance nella battaglia dei derivati. 

Le operazioni con i futures sulle criptovalute

Un particolare asset sottostante serve come base per il valore dei derivati, una classe di strumenti finanziari.

In generale, i derivati sulle criptovalute offrono agli investitori un mezzo flessibile per guadagnare sulle variazioni di costo dei beni elettronici, senza dover affrontare i rischi di sicurezza e le difficoltà tecnologiche legate allo stoccaggio e alla conservazione delle criptovalute. 

I futures sono accordi scritti di finanza derivata che richiedono alle organizzazioni di scambiare beni a un costo determinato in un momento specifico. In altre parole, l’acquirente o il venditore devono farlo a prescindere dal prezzo sul mercato il giorno della scadenza.

Robert Shiller, un economista, ha coniato il termine perpetual futures nel 1992 per descrivere un mercato futures regolato che potrebbe essere mantenuto e che non prevede il trasporto o l’assicurazione del possesso di scambio. 

Poiché i contratti non hanno una data di scadenza prestabilita, i mercati dei futures su attività illiquide sono resi possibili in questo modo.

In particolare, da quando BitMex ha introdotto per la prima volta i mercati dei futures perpetui nel 2016, questi sono cresciuti e sono diventati attivi nel mercato delle criptovalute.

Related Posts