Il CEO Di Terra Trascura Le Accuse Di Profitti Illeciti

Secondo i funzionari, Shin Hyun Sung avrebbe guadagnato circa 105 milioni di dollari dalla vendita non autorizzata di monete Terra/LUNA solo alcuni giorni prima della scomparsa di Terra. Al cofondatore di Terra, Hyun-sung, è stata chiesta assistenza dai procuratori sudcoreani. 

Secondo quanto riportato, il co-creatore della piattaforma di trading Terra/Luna, Shin Hyun-sung, noto anche come D. Shin, è stato chiamato a testimoniare nell’ambito di un’inchiesta sulla scomparsa della società in Corea del Sud. 

L’indagine congiunta sui reati finanziari e sui titoli 

Il 14 novembre, la sede ufficiale dell’autorità della parte meridionale di Seoul ha informato il quotidiano Hankyoreh che Shin sarebbe stato accusato questa settimana.

Era noto per aver detenuto un gran numero di gettoni LUNA senza il riconoscimento dello Stato ed era noto per aver realizzato un profitto di circa centocinque miliardi di dollari al momento della pubblicazione del rapporto.

Tutti i suoi profitti erano considerati illegali. Si sostiene che li abbia acquisiti dalla vendita prima che l’azienda dichiari bancarotta. 

Le notizie secondo cui l’amministratore delegato Shin Hyun Sung avrebbe ottenuto un profitto vendendo Luna a un prezzo elevato, o che avrebbe ottenuto denaro in altri modi proibiti, semplicemente non sono vere, come dichiarato dall’avvocato di Shin.

La pagina personale di Shin su LinkedIn, che non contiene alcuna informazione sui suoi investimenti nell’azienda, indica che non è mai stato associato alla piattaforma di trading di criptovalute Terra/Luna dall’inizio del 2020.

L’anno successivo, Singh ha fondato la Chai Corporation, di cui è oggi l’amministratore delegato. 

L’indagine legale prosegue

Sebbene anche il suo compagno, il co-creatore di Terra, Do Kwon, sia stato indagato dalle forze dell’ordine a seguito di numerose indagini internazionali sulla società, Shin risiede ancora in Corea del Sud.

Kwon ha ripetutamente insistito sul fatto di non essere in fuga, nonostante le notizie sui suoi spostamenti si siano diffuse da Singapore ad altre nazioni dopo la caduta di Terra. 

A causa di una direttiva del Ministero degli Affari Esteri coreano di ottobre, il passaporto di Kwon non è più valido ovunque si trovi.

Il cofondatore di Terraform è oggetto di azioni legali da parte di soggetti interessati, di indagini da parte delle forze dell’ordine internazionali e di commenti sui social media da parte di numerosi utenti di criptovalute che hanno perso denaro in seguito alla scomparsa di Terra.

Related Posts