Robinhood conquista il mercato delle opzioni

Per il fornitore di servizi finanziari Robinhood, è sufficientemente chiaro quale dei due servizi da lui offerti sia il più redditizio.

Nella sua conference call di martedì scorso sui guadagni del terzo trimestre, l’azienda ha annunciato che le opzioni rappresentano quasi la metà delle sue entrate nette, anche se rappresentavano solo il 13% delle transazioni dei suoi utenti. Ora anche altri ne stanno approfittando.

Andare con la tendenza

Grazie ad accordi di successo con società di trading ad alta velocità come Citadel e Susquehanna, nelle quali il pagamento viene effettuato per il flusso di ordini, le società di brokeraggio come Robinhood prendono più del doppio della vendita di opzioni rispetto alle azioni. Secondo Bloomberg Intelligence, la differenza tra i due è così grande che le 11 maggiori società di intermediazione statunitensi hanno guadagnato il 60% dalle opzioni tra luglio 2020 e giugno 2021, incassando 2,2 miliardi di dollari.

Recensione FXORO: Esplorare il Mondo Delle Opportunità Commerciali

I traders si stanno anche rivolgendo sempre di più al trading di opzioni, con più di 38 milioni di scambi di opzioni eseguiti ogni giorno fino ad ora nel corso dell’anno corrente, il che rappresenta un nuovo massimo. Per questo motivo, sta diventando una parte essenziale del business di Robinhood.

Nel terzo trimestre, l’azienda ha riportato 164 milioni di dollari di entrate provenienti dalla vendita di contratti di opzioni – tre volte di più che dalle transazioni azionarie.

I pagamenti delle opzioni hanno rappresentato il 45% delle entrate nette di Robinhood nel terzo trimestre, mentre le azioni e le criptovalute, gli altri due metodi di pagamento del flusso di ordini, hanno rappresentato ciascuna circa il 14%.

iStock Nano: mercoledì, Cboe ha annunciato i suoi piani per attingere al mercato delle opzioni day-trading il prossimo anno, introducendo contratti “nano” che permetteranno agli speculatori di fare scommesse con meno soldi.

I critici sostengono che tale commercio crea un incentivo per le aziende a spingere gli utenti inesperti in operazioni rischiose che non capiscono e che possono portare a grandi perdite; nel mese di agosto il presidente della SEC Gary Gensler ha affermato che stava considerando di vietare tale pratica.